Molti forse non sono a conoscenza del fatto che uno dei più importanti collezionisti di vintage sia giapponese. Rin Tanaka per chi si occupa di moda e ricerca è un’istituzione. La musica è spesso un punto di inizio per molti stilisti, il rock, il mod, il rockabilly, il punk sono tutti mondi ricchi di attrattiva.

Proprio dal passaggio obbligato che opera un movimento musicale nel distaccarsi spesso dal conformismo mediatico nascono codici stilistici che sono unici e irripetibili, che sbattono in faccia alla commercializzazione la riappropriazione dell’individuo con il tocco personale nella musica di conseguenza nei capi indossati.

Ed è questo meccanismo che affascina il mondo creativo della moda, e in una sorta di circolo vizioso ognuno prende spunto dall’altro. Molti stylist e designer si ispirano al mondo della musica e traggono spunto per creare look e collezioni, e proprio dalla passione nata dal mondo Rock ’n roll nascono i celebri libri-raccolta Mr Freedamn.

Del resto il vintage è paradossalmente un nuovo linguaggio che tende la mano a un mondo non lontanissimo molto meno massivo e più originale. In tutto questo immaginario si sa che se c’è un popolo affascinato dalla cultura vintage e in special modo quella americana è il popolo giapponese.

E la passione per il vintage americano, in particolare, va di pari passo con le radici storico culturali e in un certo senso il contrasto tra cultura giapponese e americana non stupisce ma si livella in quello che è il grande equilibrio che contraddistingue il Giappone basato su contrasti estremi.

Forse proprio per un certo legame storico è la decade 50’s quella che ha lasciato maggiormente il segno. In questo quadro si inserisce Rin Tanaka che per studiare musica rock’n’roll si trasferisce prima in Mississippi, Memphis, successivamente in California e comincia a collezionare capi vintage. Raccolta, la sua, dettagliata e maniacale, completa di capi, accessori e dettagli vintage, con tematiche tra cui il surf, il rockabilly, il biker.

Inizialmente le case editrici non compresero l’opera di Tanaka nella sua complessità documentaristica e lo snobbarono, spingendolo a pubblicarsi da solo le sue raccolte. Un compendio che lo ha consacrato nel mondo del vintage e della ricerca di stile. Il gusto rock, il jazz, e tutti i designer che hanno fatto la storia del popolo underground musicale rivivono in ogni libro.

Il mestiere del “cacciatore di stili” negli ultimi dieci anni è diventanto sempre più importante prendendo forma nella ricerca anche del vintage e degli stili passati, molti fashion clash odierni sono comprensibili attraverso un ready-made tra nuovo e passato.

E Mr Freedamn rende possibile la ricerca e permette uno sguardo su ciò che, nella sua unicità, ha costituito le radici dell’underground musicale.

myfreedamn.com

 

Articolo a cura de Le Cornacchie della Moda

Cornacchie della Moda Logo

Articoli raccomandati

Lascia un commento