Di origini antiche, accomunabile al mantello per forma e struttura il tabarro a differenza di quest’ultimo non posside un cappuccio bensì un bavero, fin dall’antichità usato come riparo da intemperie, è un indumento funzionale e caldo.

L’arte del tabarro segue precise regole manifatturiere, che seguono i dettami della composizione tessile antica e che valorizzano la manualità sartoriale di un prodotto completamente confezionato a mano.

Il tabarro già presente nell’antica Grecia, si evolve nei secoli e si adatta alle mode, spesso accomunato al tabarro veneziano, visto il suo pratico impiego nel coprire abiti e costumi in maschera nel periodo del carnevale, in realtà viene spesso reinterpretato nella moda dagli stilisti.

[TS_VCSC_Lightbox_Gallery content_images=”18003,18018,18017,18016,18015,18014,18009,18010,18011,18012,18013,18008,18007,18006,18005,18004″ content_images_size=”medium” lightbox_size=”full” content_style=”Grid” trigger_grayscale=”false” fullwidth=”false” breakouts=”6″ data_grid_breaks=”240,480,720,960″ data_grid_space=”2″ data_grid_order=”true” data_grid_shuffle=”false” data_grid_limit=”0″ animation_in=”ts-viewport-css-flipInX” css3animations_in=”Flip In X” animation_out=”ts-viewport-css-slideOutDown” css3animations_out=”Slide Out Down” flex_animation=”slide” animation_mobile=”false” auto_height=”true” page_rtl=”false” flex_breaks_thumbs=”200,400,600,800,1000,1200,1400,1600,1800″ flex_breaks_single=”240,480,720,960,1280,1600,1980″ number_images=”1″ flex_margin=”0″ auto_play=”false” show_playpause=”true” show_bar=”true” bar_color=”#dd3333″ show_speed=”5000″ stop_hover=”true” show_navigation=”true” dot_navigation=”true” flex_border_width=”5″ flex_border_color=”#ffffff” flex_background=”#ffffff” filters_toggle=”Toggle Filter” filters_showall=”Show All” filters_available=”Available Groups” filters_selected=”Filtered Groups” filters_nogroups=”No Groups” lightbox_pageload=”false” thumbnail_position=”bottom” thumbnail_height=”100″ lightbox_effect=”swipe” lightbox_autooption=”false” lightbox_autoplay=”false” lightbox_speed=”5000″ lightbox_backlight=”hideit” lightbox_backlight_color=”#ffffff” lightbox_social=”true” flex_tooltipthumbs=”false” slice_tooltipthumbs=”none” tooltipster_position=”ts-simptip-position-top” tooltipster_offsetx=”0″ tooltipster_offsety=”0″ margin_top=”0″ margin_bottom=”0″][/TS_VCSC_Lightbox_Gallery]

Designers come Yves Saint Laurent, Valentino, Armani, Scervino, colgono la classicità del capo in looks che lo definiscono nella sua eleganza e raffinatezza, altri come Pierre Cardin ne estremizzano la geometria e la femminilità costruendo delle vere e proprie architetture tessili, fino ad arrivare ad estremismi dark più contemporanei alla Rick Owens che ne valorizzano invece la natura più gotica e concettuale.

In Veneto il tabarro gode storicamente di grande fortuna, passando per il secolo d’oro della Repubblica. Nel ‘600 caratterizzava l’outfit dei giovani patrizi in cerca di avventure notturne e solo nel 1762 non fu più considerato reato per i nobili girar per strada con tale indumento! Una moda che conquistò anche l’animo delle dame più intrapide, donando fascino e maestosità al proprio fisico.

Nell’enigmatica Venezia del ‘700 il tabarro diviene simbolo di mistero, indossato insieme a maschere come la bauta, la larva e cappelli a tre punte. Uomini e donne potevano in questo modo abbandonarsi ad avventure licenziose, proteggendo la propria identità mentre nell’800 il tabarro visse una seconda fortuna in Francia, ricca di dandies e flaneurs.

Nel ‘900 il tabarro diviene simbolo di eleganza e signorilità, ma in seguito all’ultimo dopoguerra il tabarro sembra cadere in disuso. Oggi risorge nella moda contemporanea, mischiando tradizione, alta sartoria e la creatività delle grandi case di moda.

[TS_VCSC_Lightbox_Gallery content_images_size=”medium” lightbox_size=”full” content_style=”Grid” trigger_grayscale=”false” fullwidth=”false” breakouts=”6″ data_grid_breaks=”240,480,720,960″ data_grid_space=”2″ data_grid_order=”true” data_grid_shuffle=”false” data_grid_limit=”0″ animation_in=”ts-viewport-css-flipInX” css3animations_in=”Flip In X” animation_out=”ts-viewport-css-slideOutDown” css3animations_out=”Slide Out Down” flex_animation=”slide” animation_mobile=”false” auto_height=”true” page_rtl=”false” flex_breaks_thumbs=”200,400,600,800,1000,1200,1400,1600,1800″ flex_breaks_single=”240,480,720,960,1280,1600,1980″ number_images=”1″ flex_margin=”0″ auto_play=”false” show_playpause=”true” show_bar=”true” bar_color=”#dd3333″ show_speed=”5000″ stop_hover=”true” show_navigation=”true” dot_navigation=”true” flex_border_width=”5″ flex_border_color=”#ffffff” flex_background=”#ffffff” filters_toggle=”Toggle Filter” filters_showall=”Show All” filters_available=”Available Groups” filters_selected=”Filtered Groups” filters_nogroups=”No Groups” lightbox_pageload=”false” thumbnail_position=”bottom” thumbnail_height=”100″ lightbox_effect=”swipe” lightbox_autooption=”false” lightbox_autoplay=”false” lightbox_speed=”5000″ lightbox_backlight=”hideit” lightbox_backlight_color=”#ffffff” lightbox_social=”true” flex_tooltipthumbs=”false” slice_tooltipthumbs=”none” tooltipster_position=”ts-simptip-position-top” tooltipster_offsetx=”0″ tooltipster_offsety=”0″ margin_top=”0″ margin_bottom=”0″ content_images=”18024,18030,18029,18028,18027,18022,18023,18025,18026,18021,18020″][/TS_VCSC_Lightbox_Gallery]

Il Tabarrificio Veneto raccoglie l’eredità di una nobile tradizione e tutt’oggi presenta una selezione di tabarri che percorrono, attraverso varie fatture, modelli e fogge, la storia e l’artigianato prezioso di questo capo duro a morire. Anzi, immortale.

Il Vintage Festival Italia ha deciso di ospitare i migliori interpreti del tabarro, dedicando a loro un’esclusiva esposizione ricca di esemplari preziosi. Un motivo in più per non perdere questa favolosa edizione.

Rimani in contatto con Vintage Festival Italia e scopri news e anteprime dell’edizione 2015. Stay in the loop!

tabarro-veneto
Recommended Posts

Leave a Comment

PRIORITY PASS

Scopri tutti i bonus e vantaggi. Numero di Priority Pass Limitato