Straight Outta Favelas

La Rivoluzione che parte “dalla testa”

Dalle Favelas Brasiliane l’ascesa del New Afro Hair Movement

Rivendicazioni sociali e nuovi ideali di bellezza passano per le Favelas di San Paolo

Grace Neutral, tatuatrice, modella ma soprattutto attivista britannica, è nota in Inghilterra per aver realizzato, qualche anno fa due brevi documentari in collaborazione con I-D magazine sulla bellezza femminile in tutte le sue diverse forme e sfaccettature.

Dopo esser stata in Korea e aver indagato le sottoculture che stanno influenzando e mutando il concetto di bellezza femminile a Seoul, Grace Neutral è volata in Brasile, a San Paolo, mostrando come qui il contrasto tra le tendenze beauty mainstream e la scena underground sia fortissimo.

new-afro-air-brazil

L’ideale di bellezza brasiliano propinatoci da media e televisione spesso non rende giustizia all’enorme varietà di etnie qui presenti e in un contesto così multiforme e variegato prevale ancora la difficoltà ad accettare la non aderenza a questi standard.

Se la tipica donna brasiliana è estremamente femminile (solo) se ha capelli lunghissimi, sedere da urlo, e pelle diafana, le donne di colore di questo reportage propongono una femminilità dirompente e ribelle, un nuovo canone di bellezza che sfida le convenzioni e reclama il proprio posto in un mondo così variegato.

Il percorso di Grace si muove dalle palestre ai centri estetici, per le strade e la vita notturna arrivando a penetrare la realtà delle favelas.

Girando San Paolo incontra una generazione di giovani donne coraggione che si battono ogni giorno contro la discriminazione razziale, ridefinendo l’ideale di bellezza e reclamando la loro identità culturale e uno stile che vada oltre le singole possibilità economiche.

Seguendo le vite di queste black women che vivono tra il centro e la Favela, Grace segue la loro lotta contro ogni forma di razzismo. Che sia perché nere o semplicemente in quanto donne, sia Nayara che Tracie e Tasha raccontano di quanto sia difficile imbattersi in una mentalità che considera l’essere neri come qualcosa di sbagliato, nonostante poi di fatto, la cultura afro contamini ogni forma di cultura, da quella musicale al mondo della moda.

Forte è la necessità di un’educazione alla storia e alla cultura millenaria dei neri. Forte è la necessità di partire dalle scuole e dalle istituzioni. Il monito per le donne (nere e non) è avere il coraggio di educare loro stesse ad essere libere e indipendenti.

E’ da questa necessità che nasce il New Afro Hair Movement, una risposta a tratti politica forte e chiara, a rapida diffusione che passa attraverso il mondo della moda e della bellezza.

Ispirate dalla loro cultura, dai colori dei vestiti africani, dalla fortissima varietà e contaminazione di stili musicali, queste ragazze si muovono in queste piccole e grandi realtà che diventano sedi di tendenze e stili ancora inesplorati.

Ascoltando le canzoni rap di Lay, artista anticonformista e piena di energia, attraverso il loro jeans a vita alta, i bellissimi colori delle loro camicie, le lunghissime treccine o la testa completamente rasata, queste donne non solo lottano contro i pregiudizi ma si fanno manifesti di una cultura che passa anche, perché no, attraverso il loro taglio di capelli.

E come dicono Priscilla e Thays: “to be yourself you need to suffer, pretty thing. No matter if you’re black or white, please, never forget, you are wonderful!”

Recommended Posts