arrigo-cipriani

Più di 80 anni di storia, una leggenda fatta di esperienze uniche e di incontri straordinari, in una Venezia da sogno, sospesa nel tempo. Da Hemingway a Truman Capote, da Maria Callas a Orson Welles: ai tavoli dell’Harry’s Bar di calle Vallaresso si sono accomodati famiglie reali e icone immortali del cinema.

Ma qual è il segreto dell’”intangibile ma palpabile” stile Cipriani, tra eleganza e cortesia, che rende tale patrimonio nazionale un’eccellenza anche a New York, Los Angeles, Hong Kong, Istanbul e Abu Dhabi?

Un viaggio alla scoperta di un successo globale, attraverso i ricordi di Arrigo, uno dei ristoratori italiani più famosi e riconosciuti al mondo, figlio del geniale fondatore, Giuseppe Cipriani, inventore del Bellini e del Carpaccio, da 50 anni erede esclusivo di una filosofia di ospitalità sempre uguale a se stessa. «La formula del successo sta nel rinnovarsi o nel non cambiare mai».

82 anni, 14 ristoranti sparsi per il mondo, 9 libri pubblicati, 7 nipoti e insegnante di karate per 25 anni, Arrigo Cipriani non ha ancora rinunciato ad avere progetti per il futuro. L’ultima sua fatica è Stupdt: o l’arte di rialzarsi da terra(Feltrinelli). Amante delle forti emozioni e della velocità, guida una Mercedes Amg con un motore da 530 cavalli.