Danny Krivit, leggendario dj newyorkese e forza propulsiva della club culture della Grande Mela fin dalla fine degli anni ’70.

Un bambino abituato a far fronte a personaggi come Jimi Hendrix, Janis Joplin e John Lennon; un ragazzo che chiacchierava con James Brown, che pattinava e suonava al fianco di Dave Mancuso e Larry Levan in templi della Disco come il The Loft e il Paradise Garage; un uomo che ha creato una delle feste più importanti e durature della storia di New York City. Figlio di una cantante jazz e del manager di Chet Baker,  comincia a farsi le ossa come resident dj nel locale gestito del padre, lo “Ones”, riuscendo a conquistarsi in poco tempo le simpatie di colonne della scena underground come Nicky Siano e David Mancuso. É proprio nel mitico Loft di Mancuso che nasce l’amicizia con Larry Levan e François Kevorkian.

Dopo aver consolidato la sua fama come dj in tutto il mondo, grazie ai suoi successi nei migliori club della East Coast, e anche grazie al suo lavoro in studio con artisti del calibro di James Brown e Gloria Gaynor, fonda nel 1996 la one night domenicale chiamata “Body and Soul” insieme a Joe Claussell e François Kevorkian. I tre porteranno “Body and Soul” in tutto il globo, riuscendo nel 1999 a riunire 15.000 appassionati dell’House Music nel cuore di Central Park. Dopo 40 anni di carriera e più di 50.000 vinili nella sua collezione, il talento e la passione di Krivit rimangono indiscutibili.