FIORUCCI

Archivio A.N.G.E.L.O.

QUANDO: 9, 10, 11 SETTEMBRE 2016, INGRESSO GRATUITO

DOVE: BALLATOIO COPERTO (CORRIDOIO SCAMOZZI) PRIMO PIANO

Dissacrante, anticonformista e geniale. Osservatore, precursore e comunicatore. Interpretava tendenze, forniva sogni e rendeva reale e alla portata di tutti la libertà d’espressione e la voglia di distinguersi. Anticipava l’esigenza creando capi, performance e spazi diventati icone degli anni ’80. Una delle figure più complete e poliedriche che la moda abbia mai avuto, Elio Fiorucci è il protagonista della mostra curata dall’Archivio A.N.G.E.L.O.

[TS_VCSC_Lightbox_Gallery content_images=”21690,21689,21688,21691″ content_images_size=”large” data_grid_order=”true” lightbox_effect=”swipe” lightbox_backlight=”hideit” el_file1=””][/TS_VCSC_Lightbox_Gallery]

La perspicacia di creare un marchio composto da due angioletti disegnati dall’architetto e designer Italo Lupi. Un paio di jeans a vita alta, che mescolando la lycra al denim diventa negli anni attillato, sensuale ed indossato da tutte le icone sexy dell’epoca. Colori accesi e dagli accostamenti insoliti, richiami pop art importati direttamente dall’America, accessori ironici carpiti dalla quotidianità che diventavano tendenza. La moda Fiorucci era un gioco, un esperimento, una continua reinterpretazione di quella che era la voce della strada, manifesti di protesta da indossare per reclamare la propria individualità in contrapposizione ironica all’“American Dream” tanto in voga all’epoca. Elio Fiorucci, un’amante del vintage da sempre, ha saputo inoltre dar valore al capo usato riproponendone dei dettagli su nuove creazioni, rafforzandone l’immagine e facendone percepire la storia pregressa.

[TS_VCSC_Lightbox_Gallery content_images=”21246,21253,21252,21248,21251,21250″ content_images_size=”large” data_grid_order=”true” lightbox_effect=”swipe” lightbox_backlight=”hideit” el_file1=””][/TS_VCSC_Lightbox_Gallery]

L’archivio A.N.G.E.L.O. mette in mostra 25 dei capi icona del brand Fiorucci creando un quadro completo di quello che è stato l’estro ed il pensiero avanguardista di questo indimenticabile personaggio creativo che l’Italia ha avuto il piacere di avere. Felpe, t-shirt e completi ricchi di stampe e colore, i jeans icona di sex appeal, le stampe floreali rubate ai surfisti, i suoi occhiali pin-up style considerati tra i primi che vengono prodotti da un brand di moda e i suoi accessori che raccontano lo stile “eighties”.