Castiglioni

Un incontro dialogato con Giovanna Castiglioni della fondazione Achille Castiglioni e il designer Andrea Maragno dello studio Joe Velluto sul presente, il passato e il futuro del design. Il rapporto tra aziende internazionali e designer attraverso le invenzioni e le innovazioni dei prodotti, le storie e le suggestioni che nascono dagli oggetti anonimi. Protagonista dell’incontro sarà anche il pubblico, per un confronto costruttivo sul significato del design oggi, e per capire qual è la percezione che del design hanno anche semplici appassionati o profani del settore.

GIOVANNA CASTIGLIONI

Dal 2005 è la curatrice dello Studio Museo Achille Castiglioni e dal 31 Gennaio 2012 è stata nominata Vice Presidente e Segretario Generale della Fondazione Achille Castiglioni. Tiene conferenze per la Fondazione sia in Italia che all’estero. Dal 2008 tiene lezioni presso il Politecnico di Milano, Scuola del Design come docente a contratto e cultore della materia. Insieme a Marco Marzini è la curatrice della mostra spettacolo “A casa Castiglioni”, presentata ad AbitaMI 2011 e riproposta poi a Roma in uno showroom di De Padova, a Mantova Creativa, a Palermo I-Design e a Milano presso la Fondazione Achille Castiglioni.

ANDREA MARAGNO (JoeVelluto)

Titolare dello studio JoeVelluto (JVLT). Nel 2002 presenta “RosAria”, parte di alcune collezioni permanenti di design in tutto il mondo. Nel 2006 lancia il progetto di comunicazione “Nazionale Italiana Design” abbinato al nuovo brand “CoincasaDesign”, per cui riceverà la menzione d’onore del XXII Premio Compasso d’Oro ADI; nel 2008 il progetto “Saver”di Coroitalia viene segnalato dall’ADI Design Index. Nel 2011 presenta “funcooldesign”, mostra personale a cura di Oliviero Toscani presso il Triennale Design Museum – Milano. Nel 2014 espone alla galleria MARS Milano il progetto Amen/Lumen. Attualmente collabora con alcune realtà editoriali, si occupa di art-direction e svolge attività di docenza presso Scuola Italiana Design di Padova e Facoltà di Design e Arti presso la Libera Università di Bolzano.