OLIVETTI RETROSPECTIVE

Technology and Design Heritage

QUANDO: 9, 10, 11 SETTEMBRE 2016, INGRESSO GRATUITO

DOVE: BALLATOIO COPERTO (CORRIDOIO SCAMOZZI) PRIMO PIANO

Olivetti fu l’azienda storica che portò l’Italia nel XX secolo e sul tetto del mondo per il primato tecnologico nel settore dell’informatica e dell’elettronica. Stiamo parlando di una delle più grandi eredità del nostro paese, testimonianza di oltre un secolo di grandi valori imprenditoriali, cultura industriale ed eccellenza nell’innovazione, nella ricerca e nel design.

L’Associazione Archivio Storico Olivetti approda in esclusiva al Future Vintage Festival 2016 con un percorso espositivo con pezzi storici e unici che ripercorrono i successi e l’epopea dell’azienda, concentrandoci sul design dei suoi capolavori e sulla comunicazione pubblicitaria all’avanguardia.

[TS_VCSC_Lightbox_Gallery content_images=”21417,21419,21418″ content_images_size=”large” data_grid_order=”true” lightbox_effect=”swipe” lightbox_backlight=”hideit”][/TS_VCSC_Lightbox_Gallery]

Difatti la bellezza dei prodotti, degli edifici, dei poster o dei messaggi pubblicitari nella tradizionale cultura Olivetti non ha un valore solo formale: la bellezza della forma comunica la realtà dell’azienda e perciò ha sempre mantenuto un valore sostanziale.

Lo “stile Olivetti” nasce da questa cultura che permea ogni fase della vita aziendale, ma che affida al prodotto e al suo design un ruolo centrale.

Quando in Italia ancora non esistono scuole per il design industriale, in Olivetti i designer sono già al lavoro. Designer che non si limitano a ricercare “un bel vestito” per una nuova macchina, ma che lavorano a stretto contatto con i progettisti per dare un senso e una giustificazione a ogni forma dal punto di vista comunicativo, funzionale, ergonomico.

Il design e la comunicazione acquistano in questo modo un posto più rilevante: oltre ai numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali, il Museum of Modern Art (MOMA) di New York nel 1952 organizza per la prima volta una mostra di prodotti industriali e la dedica a “Olivetti: design in industry”. Dalla Lexikon 80 in poi sono una decina i prodotti Olivetti che entreranno a far parte delle collezioni permanenti del MOMA.

[TS_VCSC_Lightbox_Gallery content_images=”21423,21421,21422,21420″ content_images_size=”large” data_grid_order=”true” lightbox_effect=”swipe” lightbox_backlight=”hideit”][/TS_VCSC_Lightbox_Gallery]

L’azienda affiancò ad una gestione innovativa una nuova visione del prodotto, avvalendosi di collaborazioni con grandi artisti e designer come Ettore Sottsass, Marcello Dudovich e Giovanni Pintori. Arte e pubblicità, design e alta ingegneria, cultura e comunicazione, in un nuovo modello aziendale illuminato che divenne esempio di molte altre imprese di successo internazionale